Stampa questa pagina
Giovedì, 08 Giugno 2017 16:30

Esempio di patto di corresponsabilità

Scritto da
Vota questo articolo
(1 Vota)

Patto  Educativo di Corresponsabilita’ (Art. 3 DPR 235/2007)

Approvato dal Consiglio di Istituto 

 Questo documento è stato steso nella lingua italiana, inglese e francese tenendo in considerazione l’utenza dell’Istituto.

 L’Istituzione scolastica si impegna a garantire:

  • Un’offerta formativa efficace, efficiente, improntata a criteri di qualità e di professionalità;
  • Il diritto allo studio di ogni singolo alunno, nel rispetto della sua individualità e specificità;
  • Il diritto alla sicurezza dell’ambiente;
  • Il diritto alla privacy;
  • Il diritto all’accoglienza ed ad un ambiente idoneo alla crescita;
  • La massima sorveglianza sulla correttezza del  comportamento degli alunni;
  • La massima collaborazione con la famiglia.

 L’alunno si impegna a:

  • Frequentare regolarmente le lezioni nel rispetto degli orari;
  • Affrontare lo studio con costante impegno e serietà nell’esecuzione dei compiti  e nel portare il materiale scolastico richiesto ( libretto personale, diario, libri, quaderni, penne..);
  • Avere cura di sé, del materiale scolastico, del proprio linguaggio;
  • Rispettare le regole dell’Istituto e le norme del vivere civile, a scuola e durante tutte le attività promosse dalla scuola e con tutte le persone coinvolte;
  • Rispettare le strutture, le attrezzature scolastiche;
  • Partecipare attivamente alla vita dell’istituto, impegnandosi ad apportare il proprio contributo personale, valorizzando se stesso e l’Istituto.

 La famiglia si impegna a:

  • Conoscere la proposta formativa della scuola;
  • Collaborare al progetto formativo della Scuola, partecipando alle assemblee, alle riunioni, apportando il proprio contributo personale con proposte di miglioramento;
  • Garantire e controllare la frequenza alle lezioni del proprio figlio, limitando le assenze, i ritardi e le uscite anticipate ai casi effettivamente necessari;
  • Sostenere il proprio figlio nel percorso scolastico;
  • Dare informazioni utili per una migliore conoscenza dell’alunno;
  • Informarsi sull’andamento scolastico del proprio figlio;
  • Rivolgersi ai Docenti e al Dirigente Scolastico in presenza di problemi didattici o personali;
  • Educare il proprio figlio al rispetto delle regole scolastiche e del vivere civile, assumendosi la responsabilità in caso contrario;
  • Risarcire economicamente eventuali danni arrecati dal proprio figlio agli arredi o alle attrezzature scolastiche.

Tale patto è letto, assunto e firmato al momento dell’iscrizione all’Istituto.

Si ricorda che a norma della legislazione vigente esiste il reato di “culpa in vigilando” per il personale scolastico e di “culpa in educando” per i Genitori/tutori.

Letto 5605 volte Ultima modifica il Martedì, 13 Novembre 2018 13:10

Ultimi da Scuola dell'Infanzia

Articoli correlati (da tag)