Vademecum Per L’insegnante Di Sostegno

Scuola Matena . NET

Language 

itenfrdeptrues

Login 

Articoli Correlati 

Chi Siamo 

 SCUOLA MATERNA . NET è il sito in cui trovare materiale per la Scuola dell'Infanzia, schede didattiche, progetti didattici e tanto altro ancora.

Pagina Facebook 

Chi c'è on line? 

Abbiamo 327 visitatori e nessun utente online

In evidenza 

Venerdì, 25 Dicembre 2015 19:33

Vademecum Per L’insegnante Di Sostegno

Scritto da
Vota questo articolo
(2 Voti)
Vademecum Per L’insegnante Di Sostegno - 5.0 out of 5 based on 2 votes

L'assegnazione dell'insegnante per le attività di sostegno alla classe, così come previsto dal Testo Unico L. 297/94 rappresenta la “vera” natura del ruolo che egli svolge nel processo di integrazione. Infatti è l'intera comunità scolastica che deve essere coinvolta nel processo in questione e non solo una figura professionale specifica a cui demandare in modo esclusivo il compito dell'integrazione.

 

Il limite maggiore di tale impostazione risiede nel fatto che nelle ore in cui non è presente il docente per le attività di sostegno esiste il concreto rischio che per l'alunno con disabilità non vi sia la necessaria tutela in ordine al diritto allo studio.

La logica deve essere invece sistemica, ovvero quella secondo cui il docente in questione è “assegnato alla classe per le attività di sostegno”, nel senso che oltre a intervenire sulla base di una preparazione specifica nelle ore in classe collabora con l'insegnante curricolare e con il Consiglio di Classe affinché l'iter formativo dell'alunno possa continuare anche in sua assenza.

Questa logica deve informare il lavoro dei gruppi previsti dalle norme e la

programmazione integrata.

La presenza nella scuola dell'insegnante assegnato alle attività di sostegno si concreta quindi, nei limiti delle disposizioni di legge e degli accordi contrattuali in materia, attraverso la sua funzione di coordinamento della rete delle attività previste per l'effettivo raggiungimento dell'integrazione>.

(Linee guida per l’integrazione dell’alunno disabile)

Il bambino sta al centro di tutto il nostro progetto e tutto ruota intorno a lui. L’insegnante di sostegno deve essere in grado di portare avanti un lavoro condiviso, con tutte le figure professionali e le risorse che sostengono l’inclusione degli alunni con disabilità.

L'insegnante di sostegno, specializzato o non, viene assegnato dal Dirigente Scolastico alla classe in cui è inserito l’alunno certificato in base alla L 104/92. Legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone con disabilità,  punto di svolta nella normativa per l'handicap, non solo in campo scolastico.

Per favorire il raggiungimento dell’obiettivo: attuare “forme di integrazione e realizzare interventi individualizzati in relazione alle esigenze dei singoli alunni” è necessario che l’insegnante di sostegno sia a conoscenza e metta in atto tutte le azioni evidenziate nelle “Linee guida per l’integrazione dell’alunno disabile” .

In particolare deve:

  • assumere la contitolarità delle sezioni in cui opera;
  • accogliere l’alunno;
  • avere rapporti costanti con la famiglia dell’alunno;
  • lavorare in un’ottica di inclusione attraverso un percorso che coinvolga soggetti diversi (insegnanti di classe, famiglie, operatori dell'UONPIA, esperti, specialisti, educatori,  assistenti ad personam,  personale scolastico)  impegnati a collaborare nella stesura, nell’attuazione, nella verifica e nella valutazione di un progetto educativo e didattico (COLLEGIALITA’).
  • progettare  le attività nel rispetto e per lo sviluppo delle capacità e delle potenzialità dell’alunno.
  • attuare un insegnamento gestibile all'interno della sezione, in gruppi di sezioni aperte, in piccoli gruppi o in un rapporto uno a uno, a seconda della necessità, privilegiando la dimensione comunitaria; ed essendo un “mediatore di contenuti” dovrebbe padroneggiare diverse metodologie e tecniche didattiche.
  • garantire: ritmi di attività adeguati, opportunità di successo,  esperienze motivanti e gratificanti; assicurare la partecipazione degli alunni diversamente abili a visite didattiche, a uscite sul territorio o a progetti per agevolare la loro inclusione (FLESSIBITA’  NELL’ORGANIZZAZIONE). 

L'insegnante di sostegno inoltre deve svolgere i seguenti compiti:

  • Prendere visione dei documenti relativi a tutto il vissuto scolastico degli alunni certificati. Nel fascicolo sono presenti i seguenti documenti:
  • Verbale individuazione handicap redatto dalla commissione
  • Diagnosi Funzionale
  • Piano Educativo Individualizzato (PEI)
  • Relazione finale
  • Relazione intermedia e finale degli educatori/assistenti ad personam (se presenti)  
  • Relazioni e documentazioni prodotte dall’UONPIA di riferimento, dalla scuola e dai genitori

     Per consultare il fascicolo personale ci si deve rivolgere alla Funzione   

     Strumentale Handicap (L’insegnante responsabile di riferimento dell’area

     I documenti devono essere visionati all’interno dell’edificio scolastico e   

     non possono essere portati al di fuori di essoneanche sottoforma di   

  • Prendere visione della modulistica d’Istituto.
  • Predisporre il Piano Educativo Individualizzato condividendolo  con  i docenti curricolari, con gli educatori/assistenti ad personam (se presenti), con la famiglia e con gli operatori dell’UONPIA (se richiesto).
  • Compilare il Registro di Sostegno in tutte le sue parti.
  • Mantenere contatti con l’UONPIA, le istituzioni e le figure professionali che seguono l’alunno.
  • Stendere i verbali degli incontri con gli specialisti.
  • Partecipare a i consigli di sezione.
  • Partecipare alla stesura di tutti i documenti e progetti  per l’inclusione.
  • Partecipare a progetti di continuità rispetto al passaggio da un ordine di scuola all'altro (Elaborare un progetto di continuità se la situazione dell’alunno lo richiede).
  • Partecipare ai corsi di formazione.
  • Redigere la Relazione finale in base all’analisi della situazione.
  • Non è tenuto all'assistenza igienica dell'alunno che è di competenza degli operatori di assistenza o dei collaboratori scolastici.

LA DIAGNOSI FUNZIONALE è lo strumento, redatto dagli operatori UONPIA e rilasciato alla famiglia, che definisce le principali caratteristiche del funzionamento della persona, in relazione ai diversi contesti di vita.

Per DF si intende la descrizione analitica della compromissione funzionale dello stato psico-fisico dell’alunno. Mette in evidenza le potenzialità dei soggetti negli ambiti:

  • cognitivo
  • affettivo – relazionale
  • linguistico
  • sensoriale
  • motorio – prassico
  • neuropsicologico
  • autonomia personale e sociale

Contiene tutti gli elementi necessari per accedere agli interventi educativi, assistenziali e di sostegno.

IL PEI CHE COS’È

Il Piano Educativo Individualizzato (PEI) è un documento che accompagna l’alunno certificato durante la sua esperienza scolastica e viene elaborato per prefigurare obiettivi, programmare attività didattiche ed impostare atteggiamenti educativi “su misura”.

PIANO: progetto a medio e lungo termine.

EDUCATIVO: “tirar fuori” il meglio del bambino, al fine di renderlo autonomo.

INDIVIDUALIZZATO: costruito per ogni singolo bambino tenendo conto del suo vissuto.

ELABORAZIONE

Chi: il PEI viene  stilato dall’insegnante di sostegno  integrato e condiviso  dalle insegnanti di classe, dagli educatori e dalla famiglia dell’alunno.

Come: per l’elaborazione  è necessario basarsi  sulla  documentazione  riguardante:

  • Accertamento dello stato di handicap (primo documento di individuazione dell’handicap rilasciata dall’ASL).
  • Diagnosi funzionale  (in assenza della DF si terrà conto dell’osservazione degli insegnanti, degli eventuali incontri con gli operatori socio sanitari e della consultazione del fascicolo personale dell’alunno che contiene tutta la documentazione che lo riguarda ).

E’ importante l’osservazione diretta e quotidiana della situazione  dell’alunno in tutti i suoi ambienti di vita.

In particolare verranno considerati:

  • gli aspetti caratteriali, comportamentali e  gli interessi che si manifestano durante il periodo scolastico;
  • il percorso scolastico;
  • il rapporto scuola-famiglia ed enti locali ( colloqui ed incontri vari );
  • relazioni finali relative agli anni di scuola dell’alunno (stilati dalle precedenti insegnanti di sostegno).
  • Sulla base di queste informazioni il team docenti  decide insieme la  programmazione che potrà essere :
  • la stessa della sezione, prefissando gli obiettivi minimi da raggiungere;
  • semplificata o ridotta che consisterà nel  rendere più semplici le attività;
  • differenziata nel caso in cui  gli obiettivi posti saranno completamente diversi da quelli della sezione.

Quando: il PEI deve essere stilato entro la fine di novembre in triplice copia da far firmare al team classe (educatori compresi) e ai genitori.  

Il PEI può essere consegnato ai genitori solo se gli stessi presentano una richiesta scritta al Dirigente Scolastico.

Dove conservarlo: una copia va tenuta all’interno del registro dell’insegnante di sostegno, una copia nel registro dei verbali e l’altra consegnata alla  Funzione Strumentale Handicap.

FINALITÀ

L’obiettivo del PEI è pianificare il lavoro dell’anno scolastico indicando l’attività educativa - didattica che l’alunno dovrà seguire tracciando linee guida per un progetto annuale di crescita che tenga in considerazione le potenzialità e le abilità del bambino.

Valutazione e Verifica: nel PEI sono inseriti anche i criteri di valutazione per definire quali obiettivi sono stati più o meno raggiunti, tenendo presente le performance degli alunni e i contenuti proposti.

Strategie:  per far raggiungere all’alunno gli obiettivi programmati nel piano educativo individualizzato l’insegnante deve mettere in campo un’ampia gamma di strategie e individuare quella/e più idonee alle capacità e alle esigenze dell’allievo (attività in piccolo gruppo, tutoring, rapporto uno a uno…).

Mezzi, Strumenti, Materiali: nel PEI vengono indicati gli strumenti didattici e i materiali che possono favorire un apprendimento più inclusivo e collaborativo al fine di instaurare una positiva relazione con la vita scolastica.

Luoghi: l’attività educativa può essere svolta in relazione alle esigenze dell’alunno sia in sezione che in un’aula scelta in base alle attività da attivare.

REGISTRO PERSONALE

  • Frontespizio del Registro
  • Scheda anagrafica dell’alunno, indirizzo, telefono e altri dati utili
  • Orario della classe, dell’insegnante di sostegno e dell’educatore/assistente ad personam (se previsto)
  • Elenco degli alunni della classe
  • PEI
  • Diario giornaliero delle attività svolte e delle osservazioni sistematiche
  • Incontri con la famiglia
  • Incontri con gli operatori socio-sanitari e relativi verbali
  • Relazione finale

Scarica il documento Completo dal nostro Archivio PDF

 

Letto 2748 volte Ultima modifica il Lunedì, 13 Febbraio 2017 14:04

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Sito Web conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere via e-mail la notifica di pubblicazione di un post.

Tale segnalazione sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità e notizie inerenti ai contenuti del sito stesso.
Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione dell'indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.

Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito.

Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Sito; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista.

In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 . 
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Francesco Cherubini Cia A. Diaz, 41, Prezzo (TN). mail: info@scuola-materna.net.

Cookies

I “cookies” sono delle informazioni che vengono trasferite sull’hard disk del computer dell’utente da un sito web.

Non si tratta di programmi, ma di piccoli file di testo che consentono ai siti web di memorizzare le informazioni sulla navigazione effettuata dall'utente e di rendere tali informazioni accessibili nel corso della navigazione sul web ad opera di altri siti che utilizzino questo strumenti.
La maggior parte dei siti web utilizza i cookie poiché fanno parte degli strumenti in grado di migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. I cookie permettono ai siti web di offrire servizi personalizzati (per esempio, ricordare un accesso, conservare i prodotti nel carrello o mostrare contenuti importanti).

Ci sono diversi tipi di cookie: i cookie temporanei (o cookie di sessione) che si cancellano automaticamente con la chiusura del browser e i cookie permanenti che non vengono cancellati ma restano finché non vengono appositamente cancellati o fino alla data di scadenza definita dal sito stesso.
La maggior parte dei browser accetta i cookie automaticamente; l’utente, tuttavia, può disattivare i cookie dal proprio browser, ma in tal caso occorre ricordare che si potrebbero perdere molte funzioni necessarie per un corretto funzionamento del sito web.

Quanto ai cookies in concreto utilizzati in questo sito, essi sono limitati a quelli normalmente definiti come “Cookie strettamente necessari”, in quanto essenziali per la navigazione dell’utente nel sito web e per l’utilizzo delle sue funzionalità come l’accesso ad aree protette del sito e senza i quali i servizi richiesti dall’utente, come fare un acquisto, non possono essere forniti, ed a quelli noti come Targeting Cookie o Cookie di pubblicità, che, diversamente dai primi, vengono utilizzati per inviare annunci mirati all’utente in base ai suoi interessi. Sono anche utilizzati per limitare il numero di volte in cui l’utente visualizza una pubblicità e per valutare l’efficacia della campagna pubblicitaria. I cookie memorizzano il sito web visitato dall’utente e tale informazione viene condivisa con terze parti quali gli inserzionisti.
I browser più comunemente in uso consentono comunque la disabilitazione anche di questo genere di cookies.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

INFORMATIVA ESTESA SULL'UTILIZZO DI COOKIES NEL SITO scuola-materna.net

Durante la navigazione sul sito scuola-materna.net possono essere registrate nel computer dell'utente alcune informazioni sotto forma di Cookies. scuola-materna.net fa uso esclusivamente di cookies di tipo "tecnico", così come definiti dal provvedimento del Garante per la Privacy dell'8 maggio 2014 e pertanto, relativamente a questi, non è soggetto all'obbligo di informativa da esso previsto, poiché si tratta di informazioni esclusivamente funzionali alla fruizione delle caratteristiche del sito stesso.

Durante la navigazione su scuola-materna.net possono però essere presentate all'utente inserzioni pubblicitarie provenienti dal circuito Google Adsense. Tali inserzioni si avvalgono invece di cookies definiti "di terze parti" e possono registrare sui server di Google alcune informazioni circa le abitudini e le preferenze di consumo degli utenti. L'onere di ricevere il consenso in merito ai cookies di terze parti ricade sulle terze parti stesse, come chiarito nelle FAQ del Garante.

Qualora desiderassi essere informato sulla natura dei cookies di terze parti presenti su scuola-materna.net e sulla possibilità  di optare per la loro disattivazione dovrai pertanto consultare il linkhttp://www.google.com/policies/technologies/ads/


A titolo di completezza, desideriamo comunque informarti del fatto che puoi operare una scelta preventiva attraverso le impostazioni del tuo browser o di altri software di Internet Security. Tale operazione può tuttavia inficiare il modo con cui si è in grado di interagire con il nostro sito così come altri siti web, comportando l'impossibilità  di accedere a determinati servizi.

Per ulteriori dettagli tecnici in merito puoi consultare le risorse di assistenza dei browser più diffusi:

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( “Google”) . Google Analytics utilizza dei “cookies” , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito.

Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti.

Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet.

Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google.

Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en.

#fc3424 #5835a1 #1975f2 #2fc86b #f_syc9 #eef77 #020614063440