Bimbi in strada

Scuola Matena . NET

Language 

itenfrdeptrues

Login 

Articoli Correlati 

Chi Siamo 

 SCUOLA MATERNA . NET è il sito in cui trovare materiale per la Scuola dell'Infanzia, schede didattiche, progetti didattici e tanto altro ancora.

Pagina Facebook 

Chi c'è on line? 

Abbiamo 489 visitatori e nessun utente online

In evidenza 

Giovedì, 03 Novembre 2016 20:14

Bimbi in strada

Scritto da
Vota questo articolo
(19 Voti)
Bimbi in strada - 5.0 out of 5 based on 19 votes

Nella scuola dell’infanzia l’educazione alla sicurezza costituisce un ottimo strumento per lo sviluppo di comportamenti corretti e responsabili, individuali e di gruppo, orientati ad intuire i rischi e a prevenire incidenti fin dalla più tenera età. È fondamentale infatti che i concetti di sicurezza e prevenzione entrino a far parte del bagaglio culturale di ogni cittadino affinché sin da piccoli, i cittadini siano resi consapevoli delle situazioni di pericolo e conoscano i comportamenti basilari corretti da tenere per proteggere sé stessi e gli altri e il territorio che li circonda.

 

I bambini sono portati per loro stessa natura alla curiosità, alla sperimentazione e all’esplorazione degli spazi; pertanto, risulta fondamentale prevenire possibili incidenti sia incrementando la sicurezza degli ambienti di vita comunitaria, sia insegnando le norme e fornendo le indicazioni per evitare insidie e pericoli. In questa prospettiva il coinvolgimento della scuola è del tutto naturale, in quanto è ormai risaputo che la prevenzione passa soprattutto attraverso un’azione programmata e strutturata nel tempo, che affianchi alla semplice informazione una forte connotazione educativa e che accompagni la persona dai primi anni della propria vita.

 Questo PROGRAMMA DIDATTICO rappresenta uno strumento didattico utile per aiutare gli insegnanti a svolgere con i bambini della scuola dell’infanzia un percorso educativo in tema di sicurezza.

La proposta di un intervento educativo sulla sicurezza nella scuola dell’infanzia deve:

  • partire dall’esperienza dei bambini
  • coinvolgere i bambini attivamente, utilizzando strumenti didattici a carattere ludico appropriato all’età
  • affrontare i principi basilari della sicurezza in modo estremamente chiaro e preciso, sottolineando gli aspetti positivi di determinate azioni piuttosto che gli aspetti di divieto
  • coinvolgere attivamente i genitori, anche attraverso lettere o questionari.
  • adottare strategie didattiche diversificate:
  • lettura di storie
  •  discussione delle storie e commento di immagini appositamente predisposte.
  •  drammatizzazione con simulazione di situazioni e di atteggiamenti corretti e non
  • utilizzo di personaggi mediatori (es. burattini, marionette, pupazzi)
  •  commento a fatti accaduti a casa, a scuola o a fatti di cronaca - ricerca di immagini su riviste o testi illustrati
  •  visione di filmati, diapositive, fotografie da commentare
  •  osservazione di tutto l’ambiente scuola
  •  uscite esplorative in giardino e per la strada
  •  indagini da svolgere in casa propria, dei nonni ecc. ….
  •  coinvolgimento dei genitori anche con l’intervento di esperti
  •  coinvolgimento di gruppi di volontari (Protezione Civile, Medici, C.R.I., Vigili del Fuoco, Unità Cinofile)
  •  Utilizzo di tecniche multimediali per documentare le esperienze.
  •  Èconsigliabile per raggiungere gli obiettivi educativi, coinvolgere altre figure esterne alla scuola, quali i vigili, la protezione civile, le agenzie di volontariato o dello spor 

 Affrontando questo argomento si prenderanno in considerazione i rischi presenti in quattro ambiti:

  •  la scuola
  •  la casa
  •  la strada
  •  il territorio nel tempo libero.

La sicurezza è un tema che difficilmente può essere trattato in modo definitivo, lo scopo è di attivare le risorse disponibili, affinare le competenze e educare alla collaborazione.

  • I bambini dovranno capire il concetto di rischio e imparare a riconoscere i rischi che di volta in volta possono presentarsi in modo diverso.
  • Tutto questo deve avvenire attraverso l’osservazione, la riflessione, la discussione e il confronto. “Apri gli occhi” èusa il naso” sono gli slogan che si accompagneranno.
  • Lo strumento didattico suggerito per la scuola dell’infanzia consiste nella lettura in classe storie, ciascuna relativa a uno degli ambiti sopra indicati. Esse possono essere integrate e arricchite con altre attività tra quelle suggerite o attraverso la realizzazione di idee originali appositamente create dagli insegnanti.

Gli obiettivi scelti nei quattro ambiti individuati riguardano semplicemente alcuni aspetti della prevenzione. 

OBIETTIVI EDUCATIVI

  • quello del sapere
  • quello del saper fare
  • quello del saper essere

 Il loro raggiungimento dovrà permettere al bambino di:

  • riconoscere comportamenti pericolosi in ambiti diversi;
  • sperimentare comportamenti corretti e pratiche da evitare;
  • assumere idonee attitudini nelle varie situazioni.

 IN STRADA

Nell’ambito della sicurezza in strada due sono gli aspetti da affrontare con i bambini: come comportarsi quando si cammina per la strada e come comportarsi quando si viene trasportati in automobile

  • il bambino capisce che la strada presenta molti pericoli
  • impara ad assumere corrette attitudini come pedone: cammina sul marciapiede, resta lontano dal bordo stradale, attraversa sempre con un adulto e sulle strisce pedonali
  • il bambino impara che essere trasportato in macchina comporta l’osservanza di determinate regole
  • invita i genitori ad allacciarsi le cinture
  • usa correttamente il seggiolino
  • non fa uso improprio dei finestrini

 OBIETTIVI COGNITIVI

  • Sapere assumere comportamenti corretti per la strada: camminare sempre sul marciapiede, stare lontano dal bordo stradale, attraversare sempre con un adulto e sulle strisce pedonali
  • Conoscere il significato della segnaletica stradale
  • Saper utilizzare il seggiolino in modo corretto, sapersi allacciare la cintura, non fare uso improprio dei finestrini
  • Saper essere Assumere atteggiamenti corretti durante il trasporto in auto Sapere che la strada presenta molti pericoli
  • Comprendere l’importanza di regole di educazione stradale per evitare pericoli
  • Sapere che utilizzare il seggiolino e la cintura in macchina salva la vita
  • Sapere che il posto più sicuro nell’auto è quello posteriore
  • Conoscere la funzione del vigile
  • Saper assumere comportamenti corretti in auto

 ATTIVITÀ SUGGERITE

  • ideare e lavorare su schede riguardanti i segnali stradali.
  • Drammatizzazione di un racconto
  • Preparazione di segnali stradali con materiali di recupero
  • Lavoro su schede per comprendere i punti più pericolosi in strada.
  • Intervista reale o inventata con vigile urbano
  • Raccontare le regole del buon pedone e drammatizzare
  • Esercitazione con un seggiolino regolamentare per il trasporto in auto
  • Leggete la storia di Aldo il postino e la strada capricciosa, chiedete ai bambini se sanno a cosa servono i cartelli stradali, i semafori, le strisce pedonali.
  • Fate una semplice indagine sull’uso del seggiolino tra gli alunni.
  • Fate descrivere i comportamenti scorretti da non tenere in auto e fate disegnare i comportamenti corretti: come si sta seduti in macchina, dove si posiziona il seggiolino in auto, tutti si allacciano le cinture, non bisogna sporgersi dai finestrini, si scende dall’auto solo dalla parte del marciapiede. Riconoscere i comportamenti scorretti
  • Costruite un plastico e fate giocare con le macchinine.
  • Trasformate la classe o il salone in un ipotetico tratto di strada con incroci, piste ciclabili, attraversamenti pedonali e semaforici ed invitate i bambini a collocare al posto giusto i relativi segnali, da loro stessi preparati con materiali di recupero.
  • Costruite dei veicoli di cartone e simulate un percorso in salone per andare da casa a scuola, per andare a fare la spesa, o altro.
  • Insegnate qualche gioco simpatico da fare quando si è trasportati in auto, giochi di parole o di osservazione. Inventate una breve filastrocca per ricordare ai genitori di allacciare la cintura.

Sperimentare Organizzate una breve uscita dalla scuola per stimolare l’osservazione diretta di quanto sperimentato in classe, chiedendo in questa occasione l’intervento di un vigile urbano che farà vedere ai bambini il significato delle sue posizioni quando per strada regola il traffico delle auto e dei pedoni Drammatizzare Create una storia di fantasia che esprima l’importanza del vigile e del rispetto delle regole. Quando si cammina per strada, quali sono le regole che non devono essere infrante?

 SUL TERRITORIO E NEL TEMPO LIBERO:

  • il bambino impara ad assumere comportamenti corretti in bicicletta utilizzando l’idoneo seggiolino, se trasportato, e il casco
  • il bambino impara ad assumere corrette attitudini nello svolgimento delle attività sportive e del tempo libero

LA CASA

OBIETTIVI COGNITIVI

  • Conoscere che esistono sostanze tossiche e velenose
  • Conoscere che esistono situazioni e attrezzi pericolosi anche in un ambiente sicuro come la propria casa.
  • Conoscere che esistono persone che intervengono in caso di emergenza sanitaria
  • Conoscere il numero dell’emergenza 1.1.8

 ATTIVITA'SUGGERITE

  • Raccontare una storia e stimolare l’osservazione dei bambini
  • Visualizzare con immagini quegli attrezzi che, se utilizzati nel modo sbagliato o senza prestare attenzione, possono diventare pericolosi e ritagliare e incollare le figure in un cartellone da tenere in classe
  • Spiegare che gli apparecchi elettrici nascondono all’interno seri pericoli
  • Creare una filastrocca sul numero dell’emergenza sanitaria
  • riconoscere i simboli delle sostanze pericolose
  • Riconoscere attrezzi pericolosi presenti in ambito domestico
  • Aver memorizzato il numero 1-1-8
  • Spiegate ai bambini che le sostanze pericolose sono contrassegnate da simboli ben precisi, mostrate e chiedete loro se li hanno già visti e dove
  • Ritagliare immagini di contenitori che riportano i simboli di sostanze pericolose ed incollarle su schede o cartelloni
  • Fare costruire un memori, un domino o un puzzle con i simboli di sostanze pericolose
  • Ripetere la filastrocca o la canzoncina sul numero dell’emergenza
  • Incollare il testo della filastrocca e farla illustrare dai bambini
  • raccontare ai propri genitori che esistono situazioni di pericolo anche in casa
  • Consegnare alla famiglia la scheda con la filastrocca e il disegno sul 118 da tenere vicino al telefono.

LA SCUOLA

Obiettivi:

  • Sapere che anche a scuola esistono possibili fonti di pericolo
  • Sapere che comportamenti idonei possono prevenire gli incidenti
  • Saper usare correttamente materiali e giochi
  • Sapere riconoscere a quali persone fare riferimento in caso di pericolo
  • Saper riconoscere le situazioni di emergenza ambientale e sapere come si affrontano
  • Sapere a cosa serve la prova di evacuazione
  • Imparare le prime norme di sicurezza (non correre all’interno dell’aula, non salire su sedie o tavoli, utilizzare correttamente i giochi tipo scivoli e altalene…) ed impara a rispettarle;
  • il bambino deve essere in grado di seguire le istruzioni per il piano di evacuazione in caso di emergenza  

 

ATTIVITÀ SUGGERITE

Si parlerà con i bambini dell’importanza delle prove di evacuazione e di quanto sia importante imparare a eseguirle in tempo

Utilizzare step precisi:

  • Insegnate ai bambini a mantenere la calma, a seguire le istruzioni e ad interrompere immediatamente le attività.
  • Fate riconoscere ai bambini qual è il segnale d’allarme che la scuola ha adottato in caso di emergenza
  • Fate formare una fila tenendosi per mano, fate esercitare i bambini a non spingere, non correre e non gridare, a camminare nella direzione indicata dai cartelli
  • Fate l’appello. Spiegate di non allontanarsi dal punto di raccolta, e successivamente di rientrare in classe solo con l’insegnante. 
  • far conoscere ai bambini la propria scuola dal punto di vista planimetrico e capire i segnali disposti per indicare le uscite di sicurezza, l’ubicazione degli estintori, il punto di raccolta esterno individuato in caso di necessità.
  • Discussione su quali incidenti si sono verificati a scuola
  • Disegno di un piccolo incidente verificatosi a scuola
  • Giochi di associazione per imparare a conoscere/distinguere figure, compiti e mezzi delle Istituzioni impegnate nel soccorso e nella sicurezza
  • Drammatizzazione di una storia
  • Giochi di simulazione in cui i bambini interpretano le figure istituzionali deputate alla sicurezza
  • Sottolineare i concetti generali sulla sicurezza legati all’osservanza delle regole di comportamento da rispettare quali ad esempio, non spingersi, non correre sui pavimenti bagnati, ecc. 

 OBIETTIVI

  • Saper descrivere situazioni di emergenza ambientale
  • Saper assumere comportamenti adeguati per la protezione personale e collettiva
  • Saper effettuare una prova di evacuazione in modo corretto
  • Assumere comportamenti sicuri nei confronti di persone e cose in ambito scolastico
  • Rispettare le più elementari norme di sicurezza
  • Assumere atteggiamenti corretti in caso emergenze simulate

 IL TEMPO LIBERO

OBIETTIVI

  • Sapere che usare il casco in bicicletta protegge la testa in caso di caduta
  • Sapere che per essere trasportati in bicicletta è necessario un apposito seggiolino
  • Sapere che imparare a nuotare è importante e può salvare la vita
  • Inventare e raccontare una storia sull’importanza di saper nuotare
  • saper fare Desiderare di possedere/ usare il casco della bicicletta

ATTIVITÀ SUGGERITE

  • Mostrare com’è fatto un casco da bicicletta e come si allaccia
  •  Mostrare come è fatto un seggiolino regolamentare per bicicletta
  • Organizzare un incontro tra genitori e bambini, dove i bambini presentano quello che hanno imparato e chiedono ai genitori di condividere scelte sicure
  • Drammatizzazione di un racconto Preparazione di segnali stradali con materiali di recupero Lavoro su schede per comprendere i punti più pericolosi in strada.
  • Intervista reale o inventata con vigile urbano
  • Raccontare le regole del buon pedone e drammatizzare
  •  Esercitazione con un seggiolino regolamentare per il trasporto in auto

OBIETTIVI

  •  Invitare gli adulti ad allacciare le cinture
  •  Assumere atteggiamenti corretti durante il trasporto in auto
  •  Utilizzare il seggiolino e la cintura quando si sale in auto
  •  Sedersi nel posto più sicuro dell’auto

 ATTIVITÀ SUGGERITE

  • Chiedere ai genitori di posizionare il seggiolino nel posto più sicuro dell’auto
  • Ripetere l’indagine sull’utilizzo del seggiolino invitando i bambini a comportarsi in modo corretto
  •  Si consiglia di inserire il programma nel Piano per l’Offerta Formativa della scuola in modo da garantire una certa continuità alla programmazione degli interventi.
Letto 1821 volte Ultima modifica il Lunedì, 13 Febbraio 2017 13:51

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Informativa Privacy (art.13 D.Lgs. 196/2003): i dati che i partecipanti al Sito Web conferiscono all’atto della loro iscrizione sono limitati all’ indirizzo e-mail e sono obbligatori al fine di ricevere via e-mail la notifica di pubblicazione di un post.

Tale segnalazione sarà impiegata anche per sottoporre agli utenti opportunità e notizie inerenti ai contenuti del sito stesso.
Fra le finalità del trattamento dei dati conferiti dovranno intendersi comprese quelle della promozione di iniziative commerciali e pubblicitarie rispetto alle quali si avrà comunque, ed ogni volta, la possibilità di opporsi, chiedendo la cancellazione dell'indirizzo di posta dall'elenco di quelli cui vengono indirizzati i predetti messaggi.

Per poter postare un commento invece, oltre all’email, è richiesto l’inserimento di nome e cognome. Nome e cognome vengono pubblicati - e, quindi, diffusi - sul Web unitamente al commento postato dall’utente, l’indirizzo e-mail viene utilizzato esclusivamente per l’invio delle news del sito.

Le opinioni ed i commenti postati dagli utenti e le informazioni e dati in esso contenuti non saranno destinati ad altro scopo che alla loro pubblicazione sul Sito; in particolare, non ne è prevista l’aggregazione o selezione in specifiche banche dati. Eventuali trattamenti a fini statistici che in futuro possa essere intenzione del sito eseguire saranno condotti esclusivamente su base anonima. Mentre la diffusione dei dati anagrafici dell’utente e di quelli rilevabili dai commenti postati deve intendersi direttamente attribuita alla iniziativa dell’utente medesimo, garantiamo che nessuna altra ipotesi di trasmissione o diffusione degli stessi è, dunque, prevista.

In ogni caso, l’utente ha in ogni momento la possibilità di esercitare i diritti di cui all’ art. 7 del D.Lgs. 196/2003 . 
Titolare del trattamento ai sensi della normativa vigente è Francesco Cherubini Cia A. Diaz, 41, Prezzo (TN). mail: info@scuola-materna.net.

Cookies

I “cookies” sono delle informazioni che vengono trasferite sull’hard disk del computer dell’utente da un sito web.

Non si tratta di programmi, ma di piccoli file di testo che consentono ai siti web di memorizzare le informazioni sulla navigazione effettuata dall'utente e di rendere tali informazioni accessibili nel corso della navigazione sul web ad opera di altri siti che utilizzino questo strumenti.
La maggior parte dei siti web utilizza i cookie poiché fanno parte degli strumenti in grado di migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. I cookie permettono ai siti web di offrire servizi personalizzati (per esempio, ricordare un accesso, conservare i prodotti nel carrello o mostrare contenuti importanti).

Ci sono diversi tipi di cookie: i cookie temporanei (o cookie di sessione) che si cancellano automaticamente con la chiusura del browser e i cookie permanenti che non vengono cancellati ma restano finché non vengono appositamente cancellati o fino alla data di scadenza definita dal sito stesso.
La maggior parte dei browser accetta i cookie automaticamente; l’utente, tuttavia, può disattivare i cookie dal proprio browser, ma in tal caso occorre ricordare che si potrebbero perdere molte funzioni necessarie per un corretto funzionamento del sito web.

Quanto ai cookies in concreto utilizzati in questo sito, essi sono limitati a quelli normalmente definiti come “Cookie strettamente necessari”, in quanto essenziali per la navigazione dell’utente nel sito web e per l’utilizzo delle sue funzionalità come l’accesso ad aree protette del sito e senza i quali i servizi richiesti dall’utente, come fare un acquisto, non possono essere forniti, ed a quelli noti come Targeting Cookie o Cookie di pubblicità, che, diversamente dai primi, vengono utilizzati per inviare annunci mirati all’utente in base ai suoi interessi. Sono anche utilizzati per limitare il numero di volte in cui l’utente visualizza una pubblicità e per valutare l’efficacia della campagna pubblicitaria. I cookie memorizzano il sito web visitato dall’utente e tale informazione viene condivisa con terze parti quali gli inserzionisti.
I browser più comunemente in uso consentono comunque la disabilitazione anche di questo genere di cookies.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

INFORMATIVA ESTESA SULL'UTILIZZO DI COOKIES NEL SITO scuola-materna.net

Durante la navigazione sul sito scuola-materna.net possono essere registrate nel computer dell'utente alcune informazioni sotto forma di Cookies. scuola-materna.net fa uso esclusivamente di cookies di tipo "tecnico", così come definiti dal provvedimento del Garante per la Privacy dell'8 maggio 2014 e pertanto, relativamente a questi, non è soggetto all'obbligo di informativa da esso previsto, poiché si tratta di informazioni esclusivamente funzionali alla fruizione delle caratteristiche del sito stesso.

Durante la navigazione su scuola-materna.net possono però essere presentate all'utente inserzioni pubblicitarie provenienti dal circuito Google Adsense. Tali inserzioni si avvalgono invece di cookies definiti "di terze parti" e possono registrare sui server di Google alcune informazioni circa le abitudini e le preferenze di consumo degli utenti. L'onere di ricevere il consenso in merito ai cookies di terze parti ricade sulle terze parti stesse, come chiarito nelle FAQ del Garante.

Qualora desiderassi essere informato sulla natura dei cookies di terze parti presenti su scuola-materna.net e sulla possibilità  di optare per la loro disattivazione dovrai pertanto consultare il linkhttp://www.google.com/policies/technologies/ads/


A titolo di completezza, desideriamo comunque informarti del fatto che puoi operare una scelta preventiva attraverso le impostazioni del tuo browser o di altri software di Internet Security. Tale operazione può tuttavia inficiare il modo con cui si è in grado di interagire con il nostro sito così come altri siti web, comportando l'impossibilità  di accedere a determinati servizi.

Per ulteriori dettagli tecnici in merito puoi consultare le risorse di assistenza dei browser più diffusi:

Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( “Google”) . Google Analytics utilizza dei “cookies” , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito.

Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti.

Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet.

Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google.

Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en.

#fc3424 #5835a1 #1975f2 #2fc86b #f_syc9 #eef77 #020614063440