Scuola dell'Infanzia ▷ Balbuzie bambini

Scuola Matena . NET

Language 

itenfrdeptrues

Login 

Chi Siamo 

 SCUOLA MATERNA . NET è il sito in cui trovare materiale per la Scuola dell'Infanzia, schede didattiche, progetti didattici e tanto altro ancora.

Pagina Facebook 

Chi c'è on line? 

Abbiamo 1280 visitatori e nessun utente online

Vedi Anche 

In evidenza 

Giovedì, 08 Giugno 2017 16:30

Balbuzie bambini

Scritto da
Vota questo articolo
(3 Voti)

La balbuzie infantile spesso spaventa poiché non se ne conoscono bene le cause e si tende a ignorare o sorvolare sulla questione. I genitori che si preoccupano tendono a immaginare il peggior scenario possibile, non riuscendo a mantenere un equilibrio tra conseguenze negative (che sono facili da predire) e conseguenze positive (che magari si può avere paura di sperare).

Come in tutte le cose, è probabile che tuo figlio avrà sia buone sia cattive esperienze a causa della balbuzie. É importante però non focalizzarsi soltanto sulle cose negative che possono – o non possono – accadere.

Compiere una diagnosi di balbuzie in età infantile non è sempre cosa facile poiché il linguaggio è ancora in fase di sviluppo. Tra i due e quattro anni la balbuzie è un fenomeno molto diffuso che tende a risolversi spontaneamente con la crescita e la maturazione.

In alcuni casi se accompagnata da disagio emotivo del bambino e da una pressione eccessiva dell'ambiente familiare sul linguaggio (ansia, correzioni etc.) può fissarsi in balbuzie effettiva. Si riscontra inoltre, più facilmente in soggetti che hanno una storia familiare di balbuzie, per cui si parla di predisposizione ereditaria-ambientale.

Una delle caratteristiche è l'andamento periodico (anche due o tre mesi di sospensione) e il presentarsi in circostanze particolari e ben precise, specialmente quando il bambino vive momenti di eccitazione sia positiva sia negativa, stanchezza, ect.

In alcuni casi, possono verificarsi altri disagi quali difficoltà ad addormentarsi, nell'alimentazione, enuresi notturna, scarso adattamento alla scuola materna, ect. In mancanza di questi segnali, molte volte il disturbo va scomparendo spontaneamente con la maturazione emotiva e linguistica data anche dall'inserimento nella scuola primaria.

Un ruolo importante lo ricoprono i genitori, i quali molte volte, vivendo le difficoltà verbali del bambino con preoccupazione e ansia, mettono in atto inconsapevolmente, atteggiamenti che vanno ad alimentare e cronicizzare il disturbo stesso. Per questo, per bambini dai 4 ai 6 anni, i genitori sono le persone che devono essere maggiormente aiutati dagli esperti per far si che una difficoltà nel bambino non diventi un problema nell'adulto. La balbuzie non rovina necessariamente la vita di vostro figlio.

Essa può avere un efficace impatto sulla vita di un bambino, ma può anche non averlo. Ci sono milioni di persone nel mondo che hanno imparato a vivere con la balbuzie e conducono una vita di successo e felice. Alcune di queste persone sono o sono stati famosi oratori come Winston Churchill, mentre altre sono persone “comuni” che gestiscono la balbuzie in modo che essa non impedisca loro di fare ciò che desiderano fare. Qualche consiglio:

  • Parlate al bambino più lentamente in modo che abbia più tempo per coordinare i mille pensieri che affollano la sua testa... i bambini tendono alla velocità perché sono i loro pensieri ad essere velocissimi.
  • Insieme al rallentamento della vostra parlata muovete di più la bocca (attenzione a non farlo troppo vistosamente);
  • Evitate di parlare in dialetto, il bambino deve sapere che può parlare in un modo solo e senza sforzarsi.
  • Potete giocare con lui a cantare o a rep pare (il ritmo disciplina la parlata e agisce sulla respirazione);
  • Inventatevi dei giochi con dei pupazzi facendoli parlare (role-playing, i giochi di ruolo tendono ad allontanare il problema), siate creativi per coinvolgere di più il bambino giocando si impara meglio e con più facilità.
  • Esiste anche la possibilità di balbettare per imitazione, quindi state attenti se ci sono altre persone che balbettano e lui ne è a contatto.

 

 

Letto 3275 volte Ultima modifica il Giovedì, 08 Giugno 2017 16:30

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie policy

Per rendere il nostro sito più facile ed intuitivo facciamo uso dei cookie. I cookie sono piccole porzioni di dati che ci permettono di confrontare i visitatori nuovi e quelli passati e di capire come gli utenti navigano attraverso il nostro sito. Utilizziamo i dati raccolti grazie ai cookie per rendere l’esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.

I cookie non registrano alcuna informazione personale su un utente e gli eventuali dati identificabili non verranno memorizzati. Se si desidera disabilitare l’uso dei cookie è necessario personalizzare le impostazioni del proprio computer impostando la cancellazione di tutti i cookie o attivando un messaggio di avviso quando i cookie vengono memorizzati. Per procedere senza modificare l’applicazione dei cookie è sufficiente continuare con la navigazione.

Visita AboutCookies.org per ulteriori informazioni sui cookie e su come influenzano la tua esperienza di navigazione.

I tipi di cookie che utilizzano

Performance cookie

Questi cookie raccolgono informazioni su come gli utenti utilizzano un sito web, ad esempio, quali sono le pagine più visitare, se si ricevono messaggi di errore da pagine web. Questi cookie non raccolgono informazioni che identificano un visitatore. Tutte le informazioni raccolte tramite cookie sono aggregate e quindi anonime. Vengono utilizzati solo per migliorare il funzionamento di un sito web. Utilizzando il nostro sito, l’utente accetta che tali cookie possono essere installati sul proprio dispositivo.

Come gestire i cookie sul tuo PC

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito

Google Chrome

Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e selezionare Opzioni
Fai clic sulla scheda ‘Roba da smanettoni’ , individua la sezione ‘Privacy’, e seleziona il pulsante “Impostazioni contenuto”
Ora seleziona ‘Consenti dati locali da impostare’
Microsoft Internet Explorer 6.0, 7.0, 8.0, 9.0

Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e seleziona ‘Opzioni Internet’, quindi fai clic sulla scheda ‘Privacy’
Per attivare i cookie nel tuo browser, assicurati che il livello di privacy è impostato su Medio o al di sotto,
Impostando il livello di privacy sopra il Medio disattiverai l’utilizzo dei cookies.
Mozilla Firefox

Clicca su “Strumenti” nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Opzioni”
Quindi seleziona l’icona Privacy
Fai clic su Cookie, quindi seleziona ‘permetto ai siti l’utilizzo dei cookie’
Safari

Fai clic sull’icona Cog nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
Fai clic su ‘Protezione’, seleziona l’opzione che dice ‘Blocco di terze parti e di cookie per la pubblicità’
Fai clic su ‘Salva’
Come gestire i cookie su Mac

Se si desidera consentire i cookie dal nostro sito, si prega di seguire i passaggi riportati di seguito:

Microsoft Internet Explorer 5.0 su OSX

Fai clic su ‘Esplora’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
Scorri verso il basso fino a visualizzare “Cookie” nella sezione File Ricezione
Seleziona l’opzione ‘Non chiedere’
Safari su OSX

Fai clic su ‘Safari’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
Fai clic su ‘Sicurezza’ e poi ‘Accetta i cookie’
Seleziona “Solo dal sito”
Mozilla e Netscape su OSX

Fai clic su ‘Mozilla’ o ‘Netscape’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona l’opzione “Preferenze”
Scorri verso il basso fino a visualizzare i cookie sotto ‘Privacy e sicurezza’
Seleziona ‘Abilita i cookie solo per il sito di origine’
Opera

Fai clic su ‘Menu’ nella parte superiore della finestra del browser e seleziona “Impostazioni”
Quindi seleziona “Preferenze”, seleziona la scheda ‘Avanzate’
Quindi seleziona l’opzione ‘Accetta i cookie ”
Google Analytics

Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google , Inc. ( “Google”) . Google Analytics utilizza dei “cookies” , che sono file di testo depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito . Le informazioni generate dal cookie sull’utilizzo del sito web ( compreso il Vostro indirizzo IP anonimo ) verranno trasmesse e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito per gli operatori dello stesso e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all’utilizzo di internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google . Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l’impostazione appropriata sul vostro browser, ma si prega di notare che se si fa questo non si può essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web . Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità ed i fini sopraindicati .

Si può impedire a Google il rilevamento di un cookie che viene generato a causa di e legato al Vostro utilizzo di questo sito web (compreso il Vostro indirizzo IP) e l’elaborazione di tali dati scaricando e installando questo plugin per il browser

http://tools.google.com/dlpage/gaoptout?hl=en

#fc3424 #5835a1 #1975f2 #2fc86b #f_syc9 #eef77 #020614063440