Stampa questa pagina
Venerdì, 25 Gennaio 2019 16:30

I colori: progetto colorandia

Scritto da
Vota questo articolo
(20 Voti)

Il progetto  porta il bambino dalla scoperta all’utilizzo del colore per la realizzazione di un “libro – raccoglitore” delle esperienze fatte. Tali esperienze possono essere vissute all’interno di un laboratorio: il laboratorio del colore. Come in ogni attività nella scuola dell’infanzia non si lavora per “comparti stagni”, ma  i campi di esperienza s’intrecciano fra di loro.

Dalle indicazioni per il curricolo:

… il bambino esplora diversi materiali con tutti i sensi, sperimenta tecniche, confronta, condivide, esercita ed osserva… …ciò lo aiuterà a migliorare la capacità di osservare, coltiverà il piacere della fruizione e si avvicinerà alla cultura e al patrimonio artistico.    …la fruizione di questi linguaggi educa al senso del bello, alla conoscenza di se stessi, degli altri e della realtà.   ...

 Traguardi per lo sviluppo delle conoscenze:

  • Linguaggi, creatività, espressione: il bambino si esprime attraverso il disegno, la pittura ed altre attività manipolative e sa utilizzare diverse tecniche espressive; esplora i materiali che ha a disposizione e li utilizza con creatività; sa rimanere concentrato, si appassiona e porta a termine un’attività.
  • Il sé e l’altro: il bambino ascolta , comprende, riflette, si confronta e discute con gli altri; il bambino dialoga, discute e progetta confrontando ipotesi e procedure, gioca e lavora in modo costruttivo con i coetanei; il bambino sa seguire regole di comportamento e assumersi responsabilità.
  • Il corpo e il movimento: il bambino esercita le potenzialità sensoriali, conoscitive, relazionali ed espressive del corpo.

 Eta’: bambini di 4 anni

 Obiettivi specifici di apprendimento:

  • Conoscere i colori primari;
  • Approfondire la conoscenza dei colori primari;
  • Scoprire i colori secondari e derivati;
  • Padroneggiare alcune tecniche grafico-pittoriche;
  • Sperimentare svariati materiali;
  • Avvicinarsi intenzionalmente al mondo grafico e iconico;
  • Interpretare e dare un significato ad immagini;
  • Sviluppare atteggiamenti di collaborazione;

 Metodologia

  • Comprendiamo cos’è il laboratorio del colore e quali attività andremo a fare;
  • Costruiamo il cappello da pittore che è diventato il simbolo del nostro gruppo;
  • Accogliamo con entusiasmo una lettera misteriosa indirizzata a noi;
  • Decidiamo di diventare aiutanti di iridella( personaggio fantastico che ci ha inviato la lettera)  e di aiutarla a ridare colore alla realtà;
  • Impariamo una canzone che ci accompagnerà durante tutto il percorso: “i colori dell’arcobaleno”
  • Sperimentiamo una realtà tutta grigia …senza colori;
  • Conosciamo i colori primari e sperimentiamo svariati materiali e tecniche pittoriche: spruzzo, acquerello, digitopittura, …;
  • Costruiamo i colori secondari, creiamo mescolanze, uniamo i colori per creare pozioni magiche,…;
  • Facciamo le gradazioni di colore e comprendiamo che i colori si possono schiarire o scurire utilizzando i colori bianco e nero;
  • Proviamo a creare dei capolavori giocando con linee e colori;
  • Raccogliamo gli elaborati nati dalle nostre esperienze e costruiamo un libro-raccoglitore che descriva il nostro percorso;
  • Rendiamo il nostro libro-raccoglitore fruibile ad altri

 Osservazione/verifica

  • In itinere l’insegnante osserva l’interesse, la motivazione e la partecipazione per modulare passo dopo passo la progettazione.
  • Il grado di partecipazione da parte dei bambini e il desiderio di fare saranno la verifica dell’efficacia del progetto.

Conclusioni

La costruzione di libri-sensoriali o raccoglitori o tridimensionali è di fondamentale importanza per motivare il bambino alla lettura che gli verrà insegnata in seguito alla scuola primaria.con l’utilizzo di molti colori e di diversificate tecniche pittoriche e manipolative il bambino allarga la mente e apprende più saperi insieme giocando e divertendosi a manipolare lui stesso ciò che sta creando.inoltre è di fondamentale importanza leggere libri ai bambini per condividere emozioni,pensieri,scambiarsi opinioni e idee per aiutarli ad aprire la mente alla creatività e ai diversi punti di vista.quando sono a scuola con gli alunni o a casa con i miei figli cerco sempre di leggere le storie in maniera coinvolgente,camuffando le voci dei vari personaggi e alternando gli stati d’animo per rendere più stimolante e appassionante il racconto cosi da poter aprire un dialogo costruttivo d’impressioni e opinioni alla fine di ogni storia.

 

Letto 39649 volte Ultima modifica il Domenica, 27 Gennaio 2019 09:24

Ultimi da Scuola dell'Infanzia

Articoli correlati (da tag)