Stampa questa pagina
Giovedì, 08 Giugno 2017 16:30

Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Scritto da
Vota questo articolo
(5 Voti)

Nella Scuola dell’Infanzia, le finalità, hanno un carattere indicativo e non prescrittivo; esse sono individuate nelle: “Indicazioni per il curriculo” e sono indirizzate a promuovere specifici traguardi per lo sviluppo delle competenze all’interno dei 5 campi di esperienze:

1.    Il sé e l’altro.

2.    Il corpo in movimento.

3.    Linguaggi, creatività, espressione.

4.    I discorsi e le parole.

5.    La conoscenza del mondo.

  1. 1.      IL SE’ E L’ALTRO

Il bambino sviluppa il senso dell’identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato.
Sa di avere una storia personale e familiare, conosce le tradizioni della famiglia,della comunità e sviluppa un senso di appartenenza.
Pone domande sui temi esistenziali e religiosi, sulle diversità culturali, su ciò che è bene o male, sulla giustizia, e ha raggiunto una prima consapevolezza dei propri diritti e dei diritti degli altri, dei valori, delle ragioni e dei doveri che determinano il suo comportamento.
Riflette, si confronta, discute con gli adulti e gli altri bambini, si rende conto che esistono punti di vista diversi e sa tenerne conto.
E’ consapevole delle differenze e sa averne rispetto.
Ascolta gli altri e da spiegazioni del proprio comportamento e del proprio punto di vista.
Dialoga, discute e progetta confrontando ipotesi e procedure, gioca e lavora in modo costruttivo e creativo con gli altri bambini.
Comprende chi è fonte di autorità e di responsabilità nei diversi contesti e sa seguire regole di comportamento e assumersi responsabilità.
Con riferimento alle Indicazioni Nazionali per i Piani di studio personalizzati si ritiene che ogni alunno alla fine della scuola Primaria debba raggiungere le seguenti Competenze:

TRAGUARDI DI COMPETENZE

  • Esprimere i propri bisogni affettivi e fisici.
  • Soddisfare i propri bisogni senza l’intervento dell’adulto.
  • Avere cura delle proprie cose e di quelle comuni.
  • Portare a termine una consegna o un lavoro.
  • Accettare e condividere le regole stabilite dal gruppo.
  • Condividere giochi e materiali.
  • Rispettare il proprio turno.
  • Comprendere i bisogni altrui.
  • Stabilire relazioni corrette con i compagni e con l’adulto.
  • Essere consapevoli di appartenere al gruppo classe.
  • Accettare le diversità culturali e religiose.
  1. IL CORPO ED IL MOVIMENTO Identità, Autonomia, salute

Il bambino raggiunge una buona autonomia personale nell’alimentarsi e nel vestirsi, riconosce i segnali del corpo, sa anche cosa fa bene e cosa fa male, conosce il proprio corpo, le differenze sessuali e di sviluppo e conseguenze pratiche correte di cura di se, di igiene e di sana alimentazione.

Prova piacere nel movimento e in diverse forme di attività e di destrezza quali correre, tare in equilibrio, coordinarsi in altri giochi individuali e di gruppo che richiedono l’uso degli attrezzi e il rispetto delle regole, all’interno della scuola e all’aperto

  • Controlla la forza del corpo, valuta il rischio, si coordina con gli altri.
  • Esercita le potenzialità sensoriali, conoscitive, relazionali, ritmiche ed espressive del corpo
  • Conosce le diverse parti del corpo e rappresenta il corpo in stasi e in movimento.
  • Rafforzare la conoscenza di se.
  • Utilizzare il corpo come strumento di espressione e comunicazione.
  • Percepire e coordinare il proprio corpo in relazione allo spazio.
  • Assunzione di positive abitudini igieniche, sanitarie ed alimentari

TRAGUARDI DI COMPETENZE

  • Sperimentare le proprie capacità e possibilità motorie (camminare, correre,saltare, rotolare ecc..)
  • Toccare, riconoscere, denominare le parti del corpo su di se e sugli altri.
  • Scoprire, sperimentare, utilizzare le possibilità che gli organi di senso offrono ( ascoltare, osservare, prendere, ecc.)
  • Percepire e verbalizzare le sensazioni ed i bisogni del corpo (caldo, freddo, sete..).
  • Esprimere e comprendere messaggi mimico – gestuali.
  • Utilizzare il linguaggio del corpo per esprimere sentimenti e l’esperienza religiosa .
  • Muoversi con sicurezza nello spazio a disposizione (sezione, saloni, ecc.).
  • Condividere lo spazi con i compagni
  • Coordinare il proprio movimento con delle regole dettate dal gioco.
  • Avere cura del proprio gioco.
  • Eseguire le azioni quotidiane di routine in modo corretto (in bagno, a tavola e in sezione).
  • Comprendere, mangiando, l’importanza e la funzione del cibo.

 

  1. LINGUAGGI, CREATIVITA’, ESPRESSIONE, GESTUALITA’, ARTE, MUSICA, MULTIMEDIALITA’

Il bambino segue con attenzione e con piacere spettacoli di vario tipo (teatrali, musicali, cinematografici..); sviluppa interesse per l’ascolto della musica e per la fruizione e l’analisi di opere d’arte.

Comunica, esprime emozioni, racconta, utilizzando le varie possibilità che il linguaggio del corpo consente. Inventa storie e si esprime attraverso diverse forme di rappresentazione e drammatizzazione. Si esprime attraverso il disegno, la pittura e altre attività manipolative e sa utilizzare diverse tecniche espressive.

Esprime i materiali che ha a disposizione e li utilizza con creatività.

Formula piani di azione, individualmente e di gruppo, e sceglie con cura materiali e strumenti in relazione al progetto da realizzare.

E’ preciso, sa mantenere concentrato, si appassiona e sa portare a termine il proprio lavoro.

Ricostruisce le fasi più significative per comunicare quanto realizzato.

Scopre il paesaggio sonoro attraverso attività di percezione e produzione musicale utilizzando la voce, corpo e oggetti.

Sperimenta e combina elementi musicali di base, producendo semplici sequenze sonoro - musicali.

Esplora i primi alfabeti musicali, utilizzando i simboli di una notazione informale per codificare i suoni percepiti e riprodurli.

Esplora le possibilità offerte dalle tecnologie per fruire delle diverse forme artistiche, per comunicare e per esprimersi attraverso di esse.

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

  • Comunicare bisogni ed emozioni attraverso, linguaggi verbali, grafico- pittorico e motori.
  • Sviluppare capacità visive e sonore.
  • Usare il linguaggio per scopi cognitivi(valutare, confrontare, descrivere ecc.)

TRAGUARDI DI COMPETENZE

  • Rappresentare graficamente il proprio vissuto contestualizzandolo.
  • Esprimere con creatività il proprio vissuto religioso.
  • Assegnare un significato al proprio lavoro (disegno, collage ecc.).
  • Coordinare i movimenti del corpo con il linguaggio verbale.
  • Affinare le capacità oculo -manuali.
  • Operare una scelta autonoma tra materiali e strumenti.
  • Compiere, associare i movimenti ad un ritmo.
  • Identificarsi, imitare, assumere, interpretare ruoli diversi (gioco simbolico drammatizzazione, canti ecc.).
  • Conoscere, usare, in maniera corretta i materiali manipolativi.
  • Utilizzare in maniera corretta gli strumenti (forbici, punteruoli, pennelli ecc.)
  1. I DISCORSI E LE PAROLE

Il bambino sviluppa la padronanza d’uso della lingua italiana e arricchisce e precisa il proprio lessico.

Sviluppa fiducia e motivazione nell’esprimere e comunicare agli altri le proprie emozioni, le proprie domande, i propri ragionamenti e i propri pensieri attraverso il linguaggio verbale, utilizzando in modo differenziato e appropriato nelle differenti attività.

Racconta, inventa, ascolta e comprende le narrazioni e la lettura di storie, dialoga, discute, chiede spiegazioni e spiega, usa il linguaggio per progettare le attività e per definirne le regole.

Sviluppa un repertorio linguistico adeguato alle esperienze e agli apprendimenti compiuti nei diversi campi di esperienza.

Riflette sulla lingua, confronta lingue diverse, riconosce, apprezza e sperimenta la pluralità linguistica e il linguaggio poetico.

E’ consapevole della propria lingua materna.

Formula ipotesi sulla lingua scritta e sperimenta le prime forme di comunicazione attraverso la scrittura, anche utilizzando le tecnologie.

Obbiettivi di apprendimento

  • Acquistare fiducia nelle proprie capacità comunicative.
  • Conoscenza, arricchimento della padronanza della lingua italiana.
  • Conoscere, riconoscere, apprezzare, sperimentare le pluralità linguistiche.
  • Sviluppare la capacità critica.

Traguardi di competenze

  • Ascoltare e comprendere i messaggi.
  • Interagire verbalmente con i compagni e l’adulto.
  • Esprimere preferenze, richieste, contrarietà motivandole.
  • Riconoscere, attraverso i vari linguaggi, storie sequenze ecc…
  • Raccontare scambiandosi informazioni.
  • Formulare la frase in modo corretto e chiaro.
  • Comunicare in maniera comprensibile.
  • Descrivere e commentare immagini con le parole.
  • Utilizzare termini nuovi, anche del linguaggio cristiano.
  • Ricostruire, in successione logica- temporale eventi.
  • Comprendere il significato della scrittura.

  1. LA CONOSCENZA DEL MONDO. Ordine, misura, spazio, tempo, natura

Obbiettivi di apprendimento

  • Compiere operazioni di seriazione, discriminazione, classificazioni e raggruppamenti.
  • Operare misurazioni mediante semplici strumenti. 
  • Scoperta e rispetto dell’ambiente naturale e animale. 
  • Maturare una coscienza ecologica (tutela dell’ambiente, inquinamento, riciclaggio, raccolta differenziata).

Traguardi di competenze

  • Osservare e formulare ipotesi.
  • Osservare e registrare eventi, cambiamenti, modifiche.
  • Collocare correttamente nello spazio se stesso e gli oggetti.
  • Riorganizzare cronologica-mente le esperienze.
  • Utilizzare semplici strumenti per registrare le esperienze.
  • Comprendere il concetto di causa-effetto.
  • Collaborare nella realizzazione di un progetto comune.
  • Usare strumenti didattici e di recupero per realizzare un progetto.
  • Comprendere l’importanza di mantenere pulito l’ambiente. 
  • Rispettare l’ambiente e il regno animale.
  • Osservare ed esplorare con curiosità il mondo, come dono di Dio.
Letto 17801 volte Ultima modifica il Lunedì, 12 Novembre 2018 19:38

Ultimi da Scuola dell'Infanzia

Articoli correlati (da tag)